sogno una cabina armadio

Erano le 8 di sera, con il mio compagno è iniziata una discussione ricca di risate e colpi di vino.

Una convivenza iniziata per noi, grazie al primo lockdown, probabilmente conoscendo i miei tempi e le mie paure, avrei continuato ad aspettare: "insomma, si può amare, ma devo continuare a sentirmi libera." Ho scoperto che puoi convivere, vederti tutti i giorni, litigare, scherzare, ridere e sentirti ancora più libera di prima.

Il mio compagno over 40, dopo più di 10 anni, della convivenza si ricordava poco, e aveva il suo pilota automatico, difficile da modificare.

Probabilmente tra tutte le case che ho sempre diviso con amici, ne sapevo più io.

Abbiamo scoperto che si può stare insieme una vita, ma viversi è un'altra cosa.

é complicato cambiare le proprie abitudini, ma ne vale la pena.


Ma perché sono iniziate le nostre risate?

Ha avuto la faccia tosta di dirmi che sono disordinatissima e non confondiamo, conosco perfettamente i miei limiti; sono cosciente di esserlo. Ma detto da lui???

Non ricordo quando è stata l'ultima volta che gli ho visto una scopa in mano, non gli ho mai visto lavare un piatto, per fare la spesa lo devo praticamente minacciare... io a volte, mi sembro Cettina, rifai il letto, fai andare la lavatrice, stendi, lava, pulisci e cucina.

"Non vuoi più vedere i miei vestiti in giro?"

"Voglio più spazio, 1/3 degli armadi della casa, non sono sufficienti".

"Sono una donna e non sogno il matrimonio, ma la tua cabina armadio deve diventare mia".

A quel punto ha aperto un'altra bottiglia di vino.


" Carrie Bradshaw deve essere il mantra di ogni uomo"







Post recenti

Mostra tutti